Progetti integrati
e innovativi


Progetto finanziato con l.45/99
Ente capofila ASL di Mantova
Sede: c/o Sert di Mantova,
via Hrovatin, 2, Mantova
Tel.0376375907 fax 037632923

Quartiere-Comunità

Finalità e obiettivi

L'azione si propone, in sintesi, di aumentare e migliorare le relazioni interne alla comunità-quartiere di Colle Aperto (Mantova). Gli obiettivi principali sono:

·         Sensibilizzare  la comunità cittadina alle diversità e alle problematiche  presenti sul territorio 

·         costituire un gruppo di cittadini del quartiere (giovani e/o adulti) che progettino con i tecnici una ricerca-intervento destinata a conoscere/indagare la realtà del quartiere e successivamente a rendere più consapevole e reattiva la comunità

·         stimolare le capacità di intervento e di azione nel territorio di giovani e adulti anche aggregati in associazioni e/o in gruppi informali.

Target Si interviene in particolare con proposte aperte all’intera fascia giovanile del quartiere, ma anche ad adulti (operatori volontari, genitori, cittadini) appartenenti alla Comunità Cittadina che intendono collaborare e partecipare al Progetto

Sintetica descrizione dell'iniziativa  Il progetto si articola nelle seguenti azioni:

·         “riscaldamento” della comunità cittadina sulle problematiche presenti nel suo territorio attraverso:

-          alcuni incontri di sensibilizzazione  sui temi  della convivenza e dell’integrazione

-          promozione generale del progetto e della ricerca

-          contatto con le associazioni residenti nel “quartiere-bersaglio” dell’intervento e ricerca di  interessati alla partecipazione attiva al progetto

-          contatto con le associazioni cittadine e in particolare con quelle indirizzate ai giovani e/o con mission nel settore sociale

·         incontri  di  gruppo con rappresentanti delle associazioni  e dei gruppi informali presenti  nel territorio del quartiere destinatario del progetto, eventualmente allargati a quelli presenti nel territorio comunale, per raccogliere indicazioni su cui fondare le ipotesi della Ricerca-Intervento  (sono previsti da 2 a 4 gruppi che si incontreranno una sola volta)

·         realizzazione di una Ricerca-Intervento (R/I)  sui bisogni prioritari del quartiere e finalizzata alla ideazione/progettazione di interventi per il miglioramento del benessere e delle relazioni all'interno della comunità

·         realizzazione di un evento rivolto in particolare ai residenti del quartiere-bersaglio dell’intervento, di restituzione e di riflessione sui dati raccolti dalla ricerca e sulle possibili strategie di intervento

·         incontri  di  gruppo (da 2 a 4 gruppi, gli stessi della fase  pre-ricerca) per restituire i dati della Ricerca-Intervento  e “passare il testimone”  per la promozione e realizzazione di ulteriori possibili azioni.

 

L'intervento proposto, che si deve intendere modificabile nei contenuti specifici in rapporto alle situazioni ed ai bisogni constatati sul campo e in seguito ad un confronto diretto con i destinatari dell’iniziativa, intende favorire e sviluppare il coinvolgimento attivo e la partecipazione di giovani e adulti nella promozione di una migliore qualità della vita nei quartieri periferici della città.

Metodologia

L'intervento fa riferimento alle metodologie della Psicologia di Comunità e dell’Action learning.

Ci saranno dunque tre fasi fondamentali di lavoro:

·         la prima è destinata all’animazione/sensibilizzazione della comunità attraverso iniziative di promozione del progetto ;

·         nella seconda fase sarà dato spazio all’iniziativa e all’azione degli “utenti” privilegiati del progetto – giovani e adulti – così che i tecnici  impostino il lavoro di ricerca  su indicazioni, suggerimenti, percorsi proposti dagli utenti stessi;

·         nella fase finale, i tecnici hanno il ruolo di consulenti, rispetto alle ipotesi di intervento in risposta ai bisogni ed  ai problemi del territorio. 

 

La procedura indicata è da considerare elastica nel senso che potrebbe consentire un maggiore coinvolgimento degli attori diretti della Ricerca-Intervento nel caso di interesse esplicito da parte loro a prendere parte attiva e più consapevole alle azioni previste.