Progetti integrati
e innovativi
IL NUOVO PRINCIPE
Il nuovo ruolo sociale dell'impresa PostWelfare
 
  • La fine del Welfare ha solo ridotto il ruolo pubblico nella soddisfazione dei bisogni immateriali, che non diminuiscono, ma anzi aumentano nella Società dell'Abbondanza.
  • I bisogni immateriali diventano un mercato che compete con quello dei bisogni materiali.
  • La riduzione dell'intervento pubblico porta alla ribalta due nuovi soggetti: il cittadino-cliente e l'impresa.
  • L'impresa può essere un nuovo protagonista dell'Evo immateriale post-welfare

Nuovo ruolo dell'impresa

  • In una prima fase, l'impresa è diventata il modello di organizzazione per soddisfare i bisogni immateriali: quindi la cultura d'impresa applicata al sociale e all'immateriale, è stato il primo segno del nuovo ruolo.
  • Una seconda fase ha visto l'impresa come detentrice di mezzi da investire in progetti immateriali: patrocini, donazioni, beneficienza, pubblicità-progresso, sponsorizzazioni.
  • La terza fase, sarà la fornitura diretta da parte dell'impresa di servizi e progetti finalizzati a soddisfare i bisogni immateriali dei lavoratori e dei cittadini in genere.
I motivi della terza fase

L'impresa si impegnerà nelle acquisizione di un ruolo sociale e nella soddisfazione diretta dei bisogni immateriali, per vari motivi:

  • la necessità di trovare nuove leve di senso alla motivazione al lavoro
  • L'esigenza di ridurre le interferenze dei bisogni immateriali nel processo produttivo
  • l'esigenza di un ruolo più interconnesso alla comunità territoriale

Ipotesi di Intervento in collaborazione Pubblico/ Impresa

Verso i lavoratori
Verso la Comunità
Servizi per il benessere: sanitari, psicologici, culturali, ricreativi

Dentro l'impresa: offerta spazi e strumenti, stages e crediti formativi

Servizi per le famiglie: formazione, vacanze, assistenza, gruppi di acquisto diretto, sconti e convenzioni Fuori dall'impresa: Interventi mirati diretti, offerta competenze, distribuzione prodotti e servizi immateriali